venerdì 24 febbraio 2012

Pepite d'oro zafferano su letto di orata

Che settimana ragazzi! Il ponte di Carnevale è volato, siamo tornati alla solita routine e meno male che il mio lavoro non mi impegna tutto il giorno, perché altrimenti non saprei proprio come fare! Comunque, ho rimediato: il giro a Venezia l'ho fatto! Un tripudio di gente e di colori che entusiasma sempre: del resto è anche questo il fascino della città delle calli!
Questa volta arrivo proprio sul gong per partecipare allo splendido appuntamento mensile con il contest di Cinzia di Essenza in cucina e di Valentina di My taste for food. Il tema di questo mese è il colore oro dello zafferano. A mio avviso, quello dello zafferano con il pesce è un connubio perfetto. Per questo motivo, ho pensato a questa ricettina, che vi lascio come idea per il pranzo domenicale. Buon week-end a tutti


Ingredienti per due persone
300 gr di patate per gnocchi
100 gr di farina antigrumi Molino Chiavazza
700 gr di vongole freschissime
un'orata freschissima
1 bustina di zafferano
1 spicchio di aglio
3 cucchiai di olio evo Dante terre Antiche
sale fino Gemma qb
sale grosso Gemma qb
pepe bianco Tecal qb
  • Innanzitutto preparare le pepite (gnocchetti). Cuocere le patate in abbondante acqua salata con tutta la buccia. Portarle a cottura, fino a quando, infilzandole con una forchetta, queste risulteranno morbide. Pelarle e passarle allo schiacciapatate fintanto che queste sono ancora calde. Lasciar intiepidire il passato e poi aggiungervi la farina e un pizzico di sale. Impastare il tutto fino ad ottenere un impasto morbido. A questo punto, con il composto ottenuto, formare le pepite. Lasciarle asciugare su di un vassoio spolverizzato di farina.
  • In un'altra pentola, aprire le vongole, facendo dapprima rosolare l'aglio in un cucchiaio di olio. Aggiungere le vongole e lasciar che le valve si aprano, a fuoco vivace e tegame coperto. Lasciar raffreddare, eliminare le valve, conservando il liquido di cottura e tenendone da parte qualcuna per la decorazione del piatto.
  • Nel frattempo preparare il sughetto di pesce.  Pulire e sfilettare l'orata, tenendo da parte la testa e le lisce. In un tegame abbastanza capiente (in cui poi mantecaremo il tutto), scaldare un cucchiaio di olio e aggiungere le lisce e la testa dell'orata. Lasciar andare qualche minuto a fuoco medio e poi eliminare i resti del pesce, che nel frattempo avranno rilasciato tutto il loro sapore, donando, così una marcia in più al piatto finale. Unire le vongole. 
  • In una padella antiaderente, scottare i filetti d'orata da entrambi le parti. Fare attenzione che la padella sia molto rovente, altrimenti il pesce diventerà stopposo. Salare leggermente e condire con un filo d'olio.
  • Sciogliere lo zafferano in mezza tazzina di acqua delle vongole, facendo attenzione che non sia molto salata.
  • Cuocere le pepite in abbondante acqua salata. Come per gli gnocchi, saranno pronte quando verranno a galla. Scolare gli gnocchi e tenere da parte un bicchiere di acqua di cottura. 
  • Versare gli gnocchi nella padella con le vongole, insieme allo zafferano disciolto. Amalgamare il tutto a fiamma dolce, aiutandosi con l'acqua di cottura degli gnocchi, nel caso dovesse essere necessario.
  • Montare il piatto come segue. Adagiare sulla base del piatto e con l'aiuto di un coppa-pasta il filetto di orata. Aggiungere gli gnocchetti e decorare a piacere con qualche vongola. 
Con questa ricetta partecipo al contest "oro zafferano"


21 commenti:

  1. Complimenti ...colore bellissimo ma sopratutto è un piatto troppo gustoso!!!!!

    RispondiElimina
  2. Bellissima ricetta!! Gli gnocchi si sposano molto bene con il pesce!! Foto molto bella! ne vorrei un assaggino..... o meglio, assaggione!!! Ciao Anna

    RispondiElimina
  3. Che bontà...i miei complimenti! Mi sono aggiunta e ti seguo con piacere... :) Anna!

    RispondiElimina
  4. Favolosi!Mi piacciono da morire questi gnocchi dorati, e la triglia come base li rende accattivanti ed originali, brava!Buon we baci

    RispondiElimina
  5. Ciao Spery,
    ma è sublime e concordo con te per lo zafferano giusto connubio con il pesce ho già provato qualche piatto ed è eccezionale.
    dobbiamo cambiare lavoro siamo sprecati.
    Brava Chef,

    RispondiElimina
  6. Hai ragione, lo zaffersano col pesce è un connubio perfetto!
    gli gnocchi li amo moltissimo...che altro dire, un piatto strepitoso!
    baci

    RispondiElimina
  7. Piatto raffinatissimo,da proporre in una cena importante!

    RispondiElimina
  8. Che bel piatto,mi piace moltissimo.
    Buon fine settimana a te.

    RispondiElimina
  9. Una ricetta squisita!!!!1da leccarsi i baffi!bella anche la presentazione, complimenti davvero!!!

    RispondiElimina
  10. ma che bei colori! ^_^ impiattato alla perfezione!

    RispondiElimina
  11. Che bel piatto!!
    Curato nei minimi particolare.
    Chissà che buono!!

    RispondiElimina
  12. ..mmmh! lo zafferano col pesce.. e pensavo ad un secondo e invece sorpresa! Un bellissimo primo con le vongole, che mi piacciono sempre una cifra. Bel piatto, carissima :) e grazie infinite!

    RispondiElimina
  13. un piatto originale, che bella idea!! caspita, me lo trovassi davanti al ristorante...mi sa che ci tornerei ancora ;)
    bravissima! buon we, Vale

    RispondiElimina
  14. Ciao passa per il mio blog:ho un premio per te

    RispondiElimina
  15. Gni gnocchi con le vongole mi piacciono un sacco e quel tocco di zafferano ci sta d'incanto. Bellissima la presentazione. Buona domenica

    RispondiElimina
  16. Questa ricetta la trovo spettacolare! è presentata davvero benissimo anche!! i miei complimenti!! Da oggi sarò una tua fedele sostenitrice!

    RispondiElimina
  17. Stupenda! E sicuramente buonissima!
    In bocca al lupo per il contest ^_^
    Mi unisco ai tuoi fan se ti va fai un giro da me ^_^

    RispondiElimina