mercoledì 18 gennaio 2012

Di passeggiate domenicali, di feste paesane e di contest: risotto al radicchio

Gelida mattinata quella di domenica scorsa. Freddo umido che ti penetra fin dentro le ossa e che ancora persiste, in questi grigi e nebbiosi giorni di metà gennaio. Nonostante tutto, avevo una gran voglia di uscire. Più che altro per scattare due foto, con la mia reflex nuova di zecca. Eh sì, il marito, a Natale si è superato. Gran bel regalo. Peccato, però, che io non sappia utilizzarla e, intanto, non faccio altro che scattare di tutto e di più, senza risultati apprezzabili.Così, nonostante il freddo,  ho costretto il santo uomo a portarmi a bere uno spritz a Mirano, non lontano da dove abitiamo, per fare quattro passi, con al collo la mia amica "flashata"!  :-)
Giunti sul posto, ci attendeva la festa del radicchio, di cui ero assolutamente all'oscuro, ma sembrava messa lì apposta per soddisfare la mia voglia convulsa di immortalare il paesaggio. Bella manifestazione. Davvero ben organizzata, con tanto di fiera e stand gastronomici per tutti i gusti. Se qualcuno era lì e ha visto un'idiota farsi largo tra la folla a suon di flash, quella ero io!!!! Ovviamente tra una foto e l'altra, oltre all'indice destro (dito con cui scattavo) insensibile per il freddo, mi son caricata un bel pò di radicchio, con il quale mi son fatta un bel risotto. Ma andiamo al contest. Di contest in internet ce ne sono a bizzeffe, ma quando ho letto di questo, organizzato dalla bravissima Elifla, non ho saputo resistere. E' un' idea geniale, che racchiude il vero spirito di un blog, quello della condivisione. Sì, perchè si tratta di riprodurre fedelmente una ricetta, scelta tra quelle del food blogger, receptionist del mese.
Così son andata a sbirciare da Helga di Pates e Pattes . Bravissima cuoca e recipe-tionist di gennaio, che ha al suo attivo tantissime ricette. Ma per me non è stato poi tanto difficile scegliere: la quantità immane di radicchio da smaltire ha scelto per me!!!




Risotto al radicchio di Helga di "Pates e Pattes"

Ingredienti per 6 persone:

400 g di riso carnaroli

due cespi di radicchio

1,5 l di brodo vegetale (potete anche usare un dado, io ho usato il dado Brotec di Tecal)

15 cl di vino rosso secco
1 cipolla bianca
5 cucchiai di olio di oliva Dante
20 g di burro
20 g di parmigiano grattugiato
sale  Tecal q.b.





  • Pelare et affettare sottilmente la cipolla.
  • Pulire, lavare et asciugare il radicchio e tagliarlo in strisce di circa 1,5 cm di altezza.
  • In una pentola mettere l’olio e far dorare la cipolla, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Aggiungere i pezzi di radicchio e mescolate. 
  • Aggiungere il riso e mescolare bene.
  • Aggiungere il vino rosso e far evaporare a fuoco vivace. 
  • Aggiungere il brodo, poco per volta e portare a cottura.
  • Fuori dal fuoco, mantecare con burro e parmiggiano
  • Lasciate riposare un paio di minuti e servire.


9 commenti:

  1. diciamo che in questo momento muoio di invidia la reflex nuova che bello io ho una compattina e faccio foto ....per sapere come usarla guarda qui ci sono consigli utili:http://www.phototutorial.net/

    un bacio e buona serata!

    RispondiElimina
  2. Ma dai ! Abiti vicino a Mirano e io ci abitavo ( eh si...la mia passione é diventata lavoro e ora vivo in Provenza ma quanto mi mancano certi prodotti della nostra terra ! Il risotto al radicchio di treviso é un grande classico ormai , quando lo faccio ai francesi restano estasiati ( mmm...mio figlio era venuto a trovarmi e ha portato una cassa intera ) E anche se dici di non saper usare la maacchina ...hai l'occhio , quindi continua !!!
    Buona serata !

    RispondiElimina
  3. E brava, adesso hai pure la reflex (che a me manca, purtroppo), i risotti li amo, tutti, pure questo! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Che buono questo risotto! Complimenti!
    Vale

    RispondiElimina
  5. Cominciamo col dire che le foto fatte con la nuova reflex sono belle.... io ho una compatta che ormai è in coma, ma non credo mi arriverà presto la Reflex, comunque grazie per la partecipazione, e non sai quanto ti invidio la scorte di radicchio , bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  6. Bravissima e bellissima presentazione! grazie mille per aver partecipato! Baciotti Helga

    RispondiElimina
  7. cara vicina, chi la dura la vince e quella è solo una macchina, quindi vincerai senz'altro tu. l'essere umano è testardo, caratteristica che alle macchine manca, buon per noi. Comunque queste foto mica mi sembrano male. Sarà merito del soggetto?

    RispondiElimina