martedì 10 luglio 2012

Primo reportage dalla terra dei messapi: marangiani cheni, o meglio melanzane ripiene.


Finalmente vacanze! Strameritate quest’anno! Quanta fatica fin qui! La stangata finale l’ho avuta con la maturità dalle temperature roventi! Il fatto di dover interrogare con 38 gradi all’esterno mi ha devastato non poco….almeno quanto le baggianate che, giorno dopo giorno, ho ascoltato dalle bocche dei fanciulli maturandi (ormai maturati), che poco apprezzano le materie scientifiche.
Ma il disprezzo del sapere scientifico sarà argomento di un altro post a breve. Per cui ora beccatevi questo reportage dalle calorie stratosferiche, ma dal gusto inimitabile.
Oggi parliamo di melanzane ripiene, o meglio “marangiani cheni”, così come le chiamano qui a Maruggio.
Vi racconto il mio primo incontro con questa prelibatezza della tradizione pugliese.  
Era luglio del 2006 e da poco io e Maury avevamo preso a frequentarci. Così, io tutta presa da questa nuova relazione che sembrava andare per il meglio, mi son catapultata su un intercity rovente e ho raggiunto il mio principe azzurro in quel di Maruggio. Scesa dal treno a Taranto, ha avuto inizio il mio viaggio in macchina alla volta del paesello. Sconvolta dal caldo umido e terribile, son rimasta angosciata dal paesaggio che abbiamo incontrato lungo la strada. Filari infiniti di ulivi, uno dietro l’altro, la terra rossa e argillosa, che sembrava quasi bruciata dal sole. Ancora oggi stento ad abituarmi a questo stato quasi selvaggio del territorio in questione, ma probabilmente la bellezza e la genuinità dei prodotti di questa terra son dovuti anche a queste caratteristiche.
Giunti sul posto, mi è bastato davvero poco per riprendermi dal viaggio: le melanzane ripiene mi aspettavano in tavola, pronte per essere assaporate fino all’ultimo boccone. E sì, stiamo parlando della prima pietanza in assoluto che io ho assaggiato in questa meravigliosa terra.
Innanzitutto le melanzane sono leggermente più piccole di quelle che si trovano nei supermercati e vanno rigorosamente acquistate dal contadino che ha il suo bel banchetto dinanzi l’uscio di casa.  Vogliamo parlare del sapore? Lo definirei intenso.
Il ripieno? Per quello non potrò darvi le quantità giuste perché come si dice qui “più ci metti e più ci trovi”….e secondo me molto dipende anche dal gusto personale (più formaggio, meno pepe, ecc…).
Tenete presente, però, che qualsiasi cosa vogliate aggiungere, il tutto dovrà avere la consistenza di una polpetta. Non deve essere né troppo molle, né troppo asciutto, altrimenti la riuscita non è ottimale.
Buon appetito!



Un ringraziamento particolare a mia cognata Pina, che nonostante il caldo ha preparato questa bontà e mi ha dato modo di postare la ricetta!

Ingredienti per 8 melanzane
4 melanzane viola di quelle lunghe
Pane raffermo
Prosciutto cotto
Mozzarella
Uova
Passata di pomodoro La rustica Cirio
Aglio qb
Grana o cacio ricotta
Olio evo (possibilmente pugliese)
Sale
Pepe
basilico

  • Innanzitutto, preparare un sugo di pomodoro, facendo dapprima soffriggere dell’aglio in due cucchiai di olio. Aggiungere la passata di pomodoro, salare  e far cuocere per circa trenta di minuti a fuoco lento.
  • Pulire le melanzane, privandole del picciolo superiore e tagliarle i due nel senso della lunghezza.
  • Con uno scavino, ricavare la polpa e tagliarla a pezzetti piccoli.  In questo modo si otterranno otto mezze melanzane vuote all' interno. Mettere da parte questi gusci.
  • Sbollentare la polpa ottenuta in poca acqua bollente per pochi minuti, giusto il tempo di ammorbidirla.
  • Preparare il ripieno, amalgamando tutti gli ingredienti, alla polpa sbollentata, con le uova. Salare e pepare a piacere.
  • Con l‘impasto ottenuto, riempire i gusci vuoti delle melanzane.  Spolverizzarne la superficie con il pan grattato e friggere in abbondante olio. La melanzana va fatta friggere in un primo momento dalla parte del ripieno e poi dalla parte del guscio. Far sgocciolare su carta assorbente.
  • Nel frattempo, riempire con uno stato di salsa di pomodoro una teglia da forno.
  • Adagiare le melanzane all’interno della teglia e coprire il tutto con un altro strato di salsa di pomodoro.
  • Spolverizzare con un po’ di basilico tritato e passare in forno a 180° per venti minuti circa.

 Con questa ricetta partecipo alla sfida di luglio di "Nella cucina di Laura"


18 commenti:

  1. Le ricette regionali sono sempre le mie preferite e adoro la cucina salentina....godite le meritate vacanze....un bacio

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia queste melanzane!!! Non le conoscevo così.

    RispondiElimina
  3. deliziose sicuramente! scommetto che mentre interrogavi non vedevi l'ora di tornare a casa a mangiartele!

    RispondiElimina
  4. oh! mi hai fatto commuovere perchè hai descritto bene la mia calda e selvaggia Puglia... adoro le melanzane ripiene io le riempio di riso lesso al posto del pane (causa mia allergia al lievito)carne macinata, mozzarella, olive nere... da me Mesagne provincia di Brindisi le chiamiamo "marangiani chini"... ah la mia amata Puglia quanto mi manca

    RispondiElimina
  5. Voglia di puglia....dovro` aspettare settembre!
    francesca

    RispondiElimina
  6. E' la mia stessa ricetta.Una bontà unica Ciao.

    RispondiElimina
  7. queste marangiane chene hanno un aspetto spettacolare. Sembrano quelle che fa mia mamma!!
    saluti da una pugliese docg (di san marzano, non molto distante da maruggio! ;) )
    buon mare e buon campomarino presumo!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Spery,
    scusa la mia poca presenza nel commentare i tuoi post sempre fantastici.
    Brava e a presto.

    P.s. salutami Mauri e un bacio alla piccola Lulù

    RispondiElimina
  9. Le conosco bene queste melanzane, anche se ogni cuoca "l'conzz a mod suo" (ogni cuoca le fa a modo suo).
    Allora, ti sei imparentata con un mio conterraneo :))))) Adesso ho capito perché tu conosci Maruggio :D
    Buona vacanza Spery e divertiti al mare della costa jonica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ma la cuochina ha prevalso su di me, che prepotente!!! :D
      Buone vacenza Spey!

      Elimina
  10. Ciao cara:) che bel post e le melanzane ripiene sono per me una vera prelibatezza!!!!! Bacioni

    RispondiElimina
  11. Oh mamma mia Spery....come si fa a resistere..io AMO alla follia le melanzane ripiene!!!!!Buone vacanze Spery!!!! e W il Sud!!!!!:-)Bacione

    RispondiElimina
  12. Ma che bellissimo post carico di sapori, profumi e ricordi....adoro questo tipo di pietanza....quando passo da te???

    RispondiElimina
  13. spery ho provato a seguirti via mail inserendo il mio indirizzo ma mi da errore.. :(

    RispondiElimina
  14. bellissima ricetta!!!!!! grazie mille di aver partecipato alla mia sfida!!! ricetta aggiunta! un bacione, laura :)

    RispondiElimina