domenica 22 maggio 2011

2° sfida naso da tartufo's kitchen: anche a tavola si impara




E siamo, così, alla seconda sfida di questo food reality. E per l'occasione: “Timballo di Anelletti al ragù di carne” per imparare insieme a mamma e papà letterine e numeri!
Prima, però, di entrare nel vivo della preparazione, vogliamo fare gli auguri di buon onomastico a Nonna Rita, dolcissima nonna siciliana, che nella sua casa di Palermo prepara dei magnifici anelletti al forno per la sua splendida famiglia. Un ringraziamento particolare al nostro carissimo amico Pres, figlio di Nonna Rita, che mi ha fatto dono degli anelletti usati nella preparazione, arrivati in aereo da Palermo. Francesco, Nonna Rita, aspetto presto la ricetta originale, per potervi dedicare un post. AUGURI!!!
Quando ho letto cosa bisognava preparare per questo secondo appuntamento, ho subito pensato che sarebbe stato più semplice della prima sfida. Ma, poi, quando si è trattato di mettersi al lavoro, ho capito che poi tanto semplice non sarebbe stato:
preparare un piatto per una famiglia che incontri il gusto di grandi e piccini”.
La mia testolina ha dovuto lavorare un bel po’ prima di veder affiorare l’idea giusta. Qualsiasi cosa mi passava per la testa, sembrava scontata e poco invitante per dei piccoli palati fini. La lampadina si è accesa quando è venuto in soccorso il mio “spirito pedagogico” , sollecitato da una fantastica teglia, dimenticata tra le mille padelle in cucina. Una teglia per biscotti (e non solo) con la quale poter realizzare lettere e numeri. Fantastico, no ? Lettere, numeri e timballi di anelletti al ragù per tutta la famiglia. Una porzione più grande per mamma e papà ed una porzione ridotta per i più piccoli, che saranno sicuramente più invogliati da queste fantastiche faccine !




Ingredienti per i timballi:
300 gr di anelletti
500 gr di pomodori pelati
2 cucchiai di olio evo
200 gr di carne magra di vitello macinata
1 carota
Sedano q.b.
Mezza cipolla
Sale qb
Mezzo cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di parmigiano







Ingredienti per i numeri e le lettere (qui sopra la famosa la teglia dimenticata!!!!!):
125 gr di ricotta
1 tuorlo
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di pangrattato



  • Per prima cosa preparare il ragù come segue: scaltrire la cipolla con olio in una casseruola d’acciaio con il doppio fondo. Unire le altre verdure a pezzetti e lasciar soffriggere qualche minuto. Aggiungere il macinato e lasciar soffriggere ancora qualche minuto.
  • Unire i pelati,il sale e lo zucchero e far cuocere un’ora circa. Fare in modo che il sugo non si addensi molto.
  • Spegnere e lascia riposare una mezzoretta.
  • Nel frattempo,cuocere la pasta in abbondante pasta salata e scolarla al dente.
  • Condire, quindi, la pasta con il ragù e il parmigiano
  • Preparare le formine. In questo caso abbiamo utilizzato un coppapasta rettangolare e delle sfere di silicone spolverizzate di pan grattato.
  • Passare in forno per 15’ a 200°, in modo da ottenere una leggera gratinatura.
  • Per le letterine: mescolare tutti gli ingredienti e con l’aiuto della sac-à-poche, riempire la teglia o gli stampini ben imburrati e spolverizzati di pangrattato, che si preferiscono.
  • Cuocere in forno a 200° per 5’.
  • Impiattare, decorando come più si preferisce.

La soddisfazione più grande? Lulù che strappava la forchetta dalla mano della sua mamma per mangiare     timballini! Con quest'immagine concorriamo alla prova immunità!

5 commenti:

  1. SIMPATICISSIMA LA TUA IDEA! IO HO QUASI FINITO DI ORGANIZZARE IL TUTTO! CIAOO

    RispondiElimina
  2. Bellissima idea...e soprattutto diversa dalle altre! Ragazze incrociamo le dita!

    RispondiElimina
  3. WOW! Che aspetto invitante e goloso ... brava alla cuoca :-)

    RispondiElimina