domenica 6 maggio 2012

Al contadino non far sapere......quanto son buoni i ravioli di pere

Eccomi di nuovo qui, alle prese con un altro appuntamento fisso.  Sto parlando di "Quanti modi di fare e rifare", l'appuntamento del 6 di ogni mese alle otto del mattino, organizzato da Anna di "C'è di mezzo il mare" e da Ornella di  ""Il giardino dei sapori e dei colori" .
Questa volta siamo state tutte ospiti di Elena di "Lo zibaldone culinario".  
Una gran bella ricetta la sua: ravioli di pere con speck e aceto balsamico, che io ho voluto un pò rivisitare, rimanendo più in linea con la stagione primaverile, preservando, però, l'abbinamento delle pere con il formaggio.
Mai più azzeccato fu il famoso proverbio "al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere"....sì perché se per cacio intendiamo un mix tra gorgonzola e mascarpone, vi posso assicurare che l'abbinamento è divino!!! 
Nella mia rivisitazione, dunque, invece che la ricotta (prevista nella ricetta di Elena) ho utilizzato il gorgonzola  al mascarpone e condito il tutto con olio alle nocciole. Anche l'acidità di quest'ultimo ben si sposa con la dolcezza delle pere. L'olio alle nocciole mi è sembrata una valida alternativa allo speck e aceto di Elena, alternativa che ben si addice alla stagione che stiamo vivendo. La pasta all'uovo l'ho realizzata, utilizzando della farina di farro, che lascia un retrogusto di nocciola, perfetto con il condimento.
A tutti, una buona domenica e, se proprio vi va, preparate questa delizia per il vostro pranzo di oggi!
Del resto sono solo le otto del mattino...avete tutto il tempo!!!!!!


Ingredienti per la sfoglia
100 gr di farina di farro
100 gr di miscela per pasta fresca Molino Chiavazza
4 tuorli d'uova grandi
acqua qb

Ingredienti per la farcia
1 pera 
150 gr di gorgonzola al mascarpone
sale Gemma qb
olio alla nocciola Pariani qb
timo limone qb




  • Preparare la sfoglia per la pasta, impastando le farine con le uova e tanta acqua quanta ne basta ad ottenere un impasto sodo (dipende dall'assorbimento delle uova, ma ne basterà davvero poca).
  • Lasciar riposare un paio d'ore.
  • Tirare la sfoglia e con l'aiuto di un coppa pasta rotondo, ricavare dei cerchi.
  • Nel centro di questi ultimi, porre un pezzetto di pera e un cucchiaino di gorgonzola.
  • Richiudere a mò di raviolo, utilizzando l'apposito attrezzo o aiutandosi con una forchetta.
  • Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata e condire con un filo d'olio alla nocciola a crudo e qualche fogliolina di timo limone.
Con questa ricetta partecipo a "Quanti modi di fare e rifare"

29 commenti:

  1. Che stupenda creazione, si ha quasi timore a toccarli.
    Grazie mille!
    Questo mese c'è una bella sorpresa
    vedere qui.

    RispondiElimina
  2. Io anche sto mese mi son persa!! Uff, che spettacolo i tuoi!... Ottimi pere e gorgonzolA! Complimenti!

    RispondiElimina
  3. Perfetti i tuoi ravioli.....ed ottimi con il gorgonzola...
    francesca

    RispondiElimina
  4. Come sempre tu non deludi!
    La tua interpretazione con la farina di farro mi piace molto e trovo perfetta la sigillatura che gli hai dato.
    Sembrano delle delicate porcellane!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Che spettacolare variante....mi piace moltissimo, soprattutto anche l uso della farina di farro!

    RispondiElimina
  6. I contadini la sapevano lunga sulla bontà del cacio con le pere :) Sono favolosi questi ravioli e mi piace molto la tua rivisitazione con la sfoglia al farro. Ho aggiunto anch'io un po' di gorgonzola nel ripieno insieme alla ricotta, ci sta divinamente :) Baci, buona domenica

    RispondiElimina
  7. ciao Spery, oggi ne ho visti già tanti di questi ravioli con le pere, sono buonissimi. Tu hai fatto anche un servizio fotografico magnifico, mi piace molto.
    baci sabina

    RispondiElimina
  8. rustici e saporiti, mi sa che questo mese prenderò nota di tutte le versioni, adoro la pasta ripiena e sarà un piacere copiarvele!!

    RispondiElimina
  9. buonissimi questi ravioli !! ciao e buona domenica..

    RispondiElimina
  10. Babbà, invece adesso è quasi mezzogiorno... Faccio in tempo???? Squi-si-ti!!!

    RispondiElimina
  11. Ecco da dove arriva quel bellissimo colore che hanno questi tuoi ravioli, dal farro!!
    Sono veramente spettacolari.
    Allora, com'è la sveglia alle 8:00 il 6 del mese??? E' fattibile, vero?
    La soddisfazione che se ne riceve compensa quel poco di disaggio che ne viene.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  12. che meraviglia :) complimenti!!! Vuoi aggiungerla al mio contest??? Eccolo: http://blog.giallozafferano.it/mezzestagioni/e-tu-di-che-pasta-sei/

    RispondiElimina
  13. che meraviglia! Mi piace tantissimo come lo hai rivisitato.. pere cacio e olio alle noci.. esiste qualcosa di più godurioso?
    ti mando un bacio, a presto:*

    RispondiElimina
  14. hai ragione sul contadino! sono stati davvero particolari! tu con l'olio di nocciola io con nocciole sbriciolate :D ottimi! p.s. hai fatto la pizza? ciaoo

    RispondiElimina
  15. Bellissimi i tuoi ravioli e poi con il gorgo.... questa è una goduria!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  16. Devono essere davvero spettacolari!! :)
    Mi piace molto anche la sfoglia al farro, bravissima! :)

    RispondiElimina
  17. Bellissima variante davvero!!!!complimenti Spery!!!non ne sbagli una!!!!Bacioni!

    RispondiElimina
  18. belli! ho provato i ravioli col formaggio di fossa e il condimento alle paer ma con le pere dentro mai, piacerebbero a mio figlio che ama molto questi contrasti!
    Baci

    RispondiElimina
  19. Ma che bella la tua versione al farro! Da provare sicuramente! Grazie e buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
  20. sublimi, l'abbinamento di sapori mi gusta proprio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  21. aMO I RAVIOLI NE FACCIO DI TUTTI I TIPI MA QUELLI ALLE PERE NON LI HO ANCORA PROVATI, L'ACCOPPIATA CON IL GORGONZOLA POI MI PIACE PARECCHIO. TE LA COPIO E LA PROVO!!!!

    RispondiElimina
  22. Che brava che sei stata!!!
    Dalla pasta con farina di farro, al ripieno con gongorzola al mascarpone,
    alle fotografie..bellissime.
    COMPLIMENTI....SSIMI!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  23. Ma dai! E' stupenda questa ricetta! Davvero davvero bravissima! Mi piace proprio! Ho un piatto simile :-D anzi credo sia lo stesso :-P ha ha ha! Bravissima Spery un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  24. che bella reinterpretazione della ricetta, mi stuzzica la sfoglia con farina di farro e il gorgonzola con il gusto della pasta si sposa veramente bene. Complimenti

    RispondiElimina
  25. Che spettacolo Spery,per l'incontro Food li aggiungerei al menu'.

    A presto

    RispondiElimina
  26. Ciao, vedo che ami i contest: vieni a farti un giro nella pagina CONTEST ADVISOR http://torsolo-di-mela.blogspot.it/p/contest-advisor.html Ne troverai tantissimi, sempre aggiornati. Ti aspetto!!!

    RispondiElimina